ORICUNEO CUP 2017

 


L'analisi di Andrea

 

Sembra definirsi il podio dell’Oricuneo CUP, ma tutto è ancora in gioco per assegnare la palma della quinta edizione dell’Oricuneo CUP. Il testa a testa fra Cesare e Edoardo si annuncia ancora appassionante come concitato è stato il batti e ribatti tra i due per portarsi in testa. Edoardo aveva acceso le micce alla North West Cup con un secondo posto memorabile al Monte Rotta, ma Cesare aveva risposto al Cansiglio aggiudicandosi il bonus per il bronzo ai campionati italiani long. Doveva essere il colpo del ko, ma il giovanissimo Edoardo non si è dato per vinto e, con un nuovo superbo secondo posto a Piani di Praglia, ha ricucito buona parte del distacco. Terzo posto consolidato da Ornella, capace di sfruttare al meglio il bonus della staffetta nel tentativo di salvare una stagione di luci e ombre. Sembra difficile, ora, per lei acciuffare le posizioni di vertice ma dovrebbe essere tranquilla nel difendere il terzo gradino del podio, stante un margine di vantaggio tale da permetterle di gestire il finale di stagione. È invece bagarre per la medaglia di legno, con ben sei concorrenti racchiusi in 150 punti. Tiene il quarto posto Daniele, in virtù di un inizio di stagione da incorniciare. Lo tallona Andrea, staccato veramente di un niente. Al milanese potrebbe anche arridere il finale di stagione, ricco di sprint, le gare in cui rende meglio. Discorso diverso per Claudio, ottavo, che ha mancato il risultato nel weekend del Cansiglio e potrebbe non trovare più molto terreno adatto alle sue caratteristiche di fondo. Posizionati tra loro due, non sono fuori dai giochi, almeno per la medaglia di legno, Frances e Enzo. La britannica rientra nella top dieci dopo una campionato italiano da sogno: vittoria secca nell’individuale e bronzo nella staffetta dove ha contribuito largamente allo storico risultato. Per Enzo si tratta più che altro di difendersi dall’assalto di Claudio staccato di un solo punto. Chiudono la top ten Luciano e Stefano. Per il torinese speranze di piani alti della classifica rinvigorite dal bel secondo posto a Piani di Praglia (con relativa doppietta biancorossa in M65 vista la vittoria di Giacomo). Per Stefano, invece, periodo di calo dopo una primavera frizzante soprattutto nelle gare locali.

 


Albo D'ORO ORICUP

2013: Ornella Arnaudo

2014: Enzo Zamperin

2015: Cesare Spacca

2016: Ornella Arnaudo


Archivio ORICUP

ORICUP 2014

ORICUP 2015

ORICUP 2016


Regolamento 2016