ORICUNEO CUP 2018

 


L'analisi di Andrea

 

Per la prima volta dopo diverse edizioni, assistiamo ad un testa a testa per la leadership tra due esponenti della categoria 21-34 anni. Per quanto non si possa parlare strettamente di giovani, Andrea M. e Claudio stanno mostrando che anche questa categoria, in genere penalizzata dal regolamento dell’Oricuneo CUP, possa ambire alle posizioni che contano. Passato in testa dopo le comunque non esaltanti gare di Bologna e Ivrea, Andrea M. non ha saputo sfruttare il secondo weekend di Coppa Italia per allungare. Con lo scontro diretto a Genova concluso in un sostanziale pareggio, Claudio avrebbe potuto piazzare il controsorpasso vincendo agilmente nella mass start di Carignano. Per sua sfortuna, il milanese aveva saputo sfruttare bene le gare di contorno agli Europei: nella sprint di Tesserete ha racimolato i punti necessari per difendere la testa della classifica. Claudio ha poi fallito con un weekend nerissimo a Lavazé l’opportunità di ribaltare la situazione e deve, pertanto, accontentarsi del secondo posto ad un’incollatura dal primato.

Stabile in terza posizione è Ornella, inseguita a distanza da Daniela, mentre in quinta posizione piomba Andrea B. autore di prove notevolissime nel weekend dei campionati italiani a Lavazé. Per lui legittime ambizioni di podio, visto che non ha ancora raggiunto il bonus di dodici gare e la media è ad un passo da quella dei migliori.

Seguono tutti gli altri, pochi dei quali hanno superato le 5-6 gare e possono, quindi, provare a ribaltare la contesa se potranno partecipare ad un numero maggiore di competizioni.

 


Albo D'ORO ORICUP

2013: Ornella Arnaudo

2014: Enzo Zamperin

2015: Cesare Spacca

2016: Ornella Arnaudo

2017: Ornella Arnaudo


Archivio ORICUP

ORICUP 2014

ORICUP 2015

ORICUP 2016


Regolamento 2018